La SICUREZZA nei Presidii di Continuità Assistenziale: in assenza di interventi aziendali ci pensano i MEDICI!

Il nostro Sindacato ha cercato, percorrendo i percorsi istituzionali, di allertare i dirigenti aziendali sul tema della SICUREZZA dei PRESIDI DI CONTINUITA' ASSISTENZIALE, finora però senza risultato (cfr. La nostra diffida del Settembre 2017: http://www.snamicaserta.it/index.php?option=com_content&view=article&id=216:aggressioni-nelle-guardie-mediche-le-richieste-dello-snam-caserta&catid=11:continuita-assistenziale&Itemid=107)

Allora alcuni colleghi hanno fatto da soli! Abbiamo notizia che in un Presidio di un distretto centrale della ASL Caserta essi si sono tassati, hanno contattato  e stipulato un contratto con un servizio di vigilanza privato, e per pochi euro ricevono così protezione!

Intanto continuano episodi di aggressione, per fortuna al momento solo verbale, nei confronti di colleghi in servizio.

Sembra ci sia stata una riunione dei nostri amministratori aziendali sul tema della sicurezza dei presidii: speriamo succeda qualcosa!

Altrimenti non resta che seguire l'esempio dei colleghi, eventualmente se ci sono altri colleghi di presidii diversi, si può contrattare con un servizio di vigilanza, riuscendo molto probabilmente a spuntare uno sconto ulteriore  sul prezzo!

Ci amministreremo da soli: sulla sicurezza non si scherza!


FILIPPO  D'ADDIO

PRESIDENTE SNAMI CASERTA

ANTONIO MEROLA

Segretario Organizzativo 

VITTORIO TROISI

Responsabile Continuità Assistenziale 

 

Informazioni aggiuntive