L’ASL Caserta riduce le prestazioni diagnostico-terapeutiche offerte direttamente nelle strutture aziendali pubbliche, e nel contempo riduce il reddito dei suoi dirigenti medici, con la delibera n. 290 del 9/03/2018 procedendo all'azzeramento di tutti gli

 

L’ASL Caserta riduce le prestazioni diagnostico-terapeutiche offerte direttamente nelle strutture aziendali pubbliche, e nel contempo riduce il reddito dei suoi dirigenti medici, con la delibera n. 290 del 9/03/2018 procedendo all'azzeramento di tutti gli incarichi della Dirigenza Medica e Veterinaria, con perdita del riconoscimento giuridico ed economico dal 1 Aprile 2018. Il tutto è avvenuto, come d’altronde è avvenuto e avviene regolarmente nella nostra Azienda da quando si sono insediati gli attuali vertici aziendali, in assenza di concertazione con le OO.SS., ma cosa grave senza l’approvazione del regolamento "Affidamento, conferma e revoca degli incarichi dirigenziali" che avrebbe permesso di dirimere la questione. Il   Sindacato CIMO con cui SNAMI è affiliato per la rappresentanza sindacale nel settore della dirigenza medica ha partecipato all'incontro avvenuto in Prefettura in data 17/04/2018, a seguito del raffreddamento delle relazioni sindacali e tentativo di riconciliazione con la Dirigenza Strategica dell'ASL Caserta! L'ultimo tentativo prima di mettere in atto iniziative che potrebbero creare disagio all'utenza, dice il dr. Ernesto Torcinaro (nella foto), storico sindacalista dello SNAMI, è la richiesta, di un tavolo di confronto, fatta al Commissario ad Acta della Regione Campania, on. V. De Luca per la soluzione del caso.

Nel frattempo le decurtazioni salariali cominceranno dal mese in corso.

29/04/2018                                       

Filippo D’ADDIO

PRESIDENTE SNAMI CASERTA

Informazioni aggiuntive