UN ALTRO PICCOLO SFORZO PER SALVAGUARDARE LA CONTINUITA' ASSISTENZIALE

 

Cari Colleghi,

malgrado l’ASL Caserta per ben 2 anni non abbia pubblicato le zone carenti di Continuità Assistenziale, il Comitato Regionale ex art. 24, nella seduta del 21/6/2018, grazie anche alla nostra determinazione, ha obbligato l’ASL Caserta a pubblicare n. 23 zone Carenti di Continuità Assistenziale: nelle prossime settimane ci sarà la delibera da inoltrare alla Regione Campania, con la relativa mobilità interna.

Mancano ancora circa 20 posti di zone carenti per ristabilire la pianta organica nella nostra ASL: come sapete, è in corso una istanza al Tar Lazio, siamo fiduciosi in un buon esito (cfr.  link  )

Dopo il grave episodio di violenza alla nostra Collega di Frignano, da noi reso noto (cfr. link ),

l’ASL Caserta ha iniziato a provvedere, essendo un compito sancito dalla nostra Convenzione, a mettere in sicurezza i nostri Presidi di lavoro. I Tecnici stanno valutando gli interventi da effettuare a partire dai Presidi di proprietà dell’ASL, per poi passare a quelli in comodato d’uso e a quelli in locazione. Noi abbiamo chiesto espressamente di applicare, come previsto dalla nostra Convenzione, le norme previste sulla salute e sicurezza dei luoghi di lavoro (la Legge 81/2008), con la redazione del Documento di Valutazione dei Rischi.

Inoltre, onde evitare la fuga dei Colleghi Sostituti in altre ASL, si è deciso di dare agli stessi le sostituzioni per 12 mesi, cercando di rispettare e salvaguardare anche i Colleghi meglio situati in graduatoria (tra nuovi incarichi e completamento).

Insomma, abbiamo fatto un buon lavoro prima delle meritate vacanze, speriamo di non avere brutte sorprese a Settembre (classicamente ad Agosto vengono pubblicate norme molto svantaggiose per la classe medica … ma tant’è …).

Saluti,

Antonio Merola

Informazioni aggiuntive