Written on 23/01/2019, 13:40 by admin
le-aft-e-l-indennita-di-collaboratore Cari Colleghi, abbiamo inviato all'ASL di Caserta e in Regione una puntuale richiesta (cfr. allegato   P38_23.01.2019_costituzione_funzionamento_AFT)...
Written on 16/01/2019, 09:05 by admin
l-antibiotico-resistenza-il-ritardo-dell-asl-caserta Cari Colleghi, invitandovi tutti a fare maggiore attenzione nella prescrizione degli antibiotici, in allegato  stigmatizziamo l'atteggiamento dell'ASL...
Written on 07/01/2019, 17:22 by admin
l-onore-del-sindacatoCari Colleghi,  su “Quotidiano Sanità” è stata pubblicata una lettera sulla vicenda della guardia medica a Caserta.    Saluti  Antonio...
Written on 28/12/2018, 08:40 by admin
la-guardia-medica-la-discussione-nel-comitato-regionale Cari Colleghi,  lo sforzo dello SNAMI si sposta anche a livello regionale. Il nostro Presidente regionale fa proprie le nostre istanze di Caserta e le...
Written on 19/12/2018, 19:56 by admin
alla-guerra-come-alla-guerra Cari Colleghi, in allegato  potete leggere lo sforzo che lo SNAMI sta profondendo per la dignità della Guardia Medica nell'ASL Caserta. Il tentativo di...

Home

L’ASL Caserta prepara il regalo di Natale ai Medici di Guardia Medica?

Sappiamo tutti quale sia il ruolo della Continuità Assistenziale (già Guardia Medica) nei Livelli Essenziali di Assistenza, ma sembra che l’ASL Caserta abbia in serbo il desiderio malcelato di devastarla.

Con un meccanismo alquanto perverso, e con l’accordo dei Sindacati di categoria (naturalmente NON dello SNAMI …), in maniera subdola, e senza neanche metterci la faccia ai provvedimenti (ad horas) che va prendendo, è in corso lo smantellamento dell’organico, dei Presìdi, anche in barba al ruolo unico e ad una visione “strategica” dell’attività sanitaria casertana.

Tutto ciò, oltra a danneggiare l’attività sanitaria, costituzionalmente sancita, depaupera di posti di lavoro i giovani medici che si affacciano alla professione.

La guardia medica è un lavoro a disposizione di chi la notte soffre ed è solo; di chi la notte non riesce ad andare in ospedale e non ha nessun altro a cui rivolgersi. Perché fare il medico di continuità assistenziale significa fare questo: assistere persone, di qualsiasi fascia di età, di qualsiasi patologia esse soffrano. Assisterle di notte, di sabato, di domenica, Natale, Pasqua, Capodanno, quando gli studi medici e i presidi sanitari delle ASL sono chiusi, quando c'è bisogno di un medico, ma non è necessario andare in ospedale. Noi, medici di continuità assistenziale, facciamo tutto questo per il 65% del monte ore di cui è composta una settimana. Facciamo tutto questo, mentre gli altri lavoratori giustamente godono del meritato riposo e quindi a Natale, a Pasqua, a Capodanno, domenica, ma soprattutto di notte. Lo facciamo, quando la notte, il buio, il silenzio acuiscono il disagio sociale e psichico. Quando la notte, il buio, il silenzio scatenano la violenza e la bruta bestialità (molte Colleghe ne sono state vittime …). Lo facciamo quando di notte tutto è possibile, anche morire.

Non può essere un semplice parere del Comitato Aziendale dell’ASL a smantellare la Guardia Medica: se volete farci questo “regalo”, almeno metteteci la faccia!!

Non è stata ancora scritta l’ultima parola!!

Antonio Merola

S. Maria C.V., 16/12/2018

Informazioni aggiuntive